sabato 9 novembre 2013

FIGINI e POLLINI - Architetti italiani (Italian architects)

Luigi Figini (Milano 1903 – 1984) con Gino Pollini (Rovereto, 19 gennaio 1903 – Milano, 25 gennaio 1991) costituì nel 1926 a Milano il Gruppo 7, che diede inizio al movimento razionalista italiano. 
Con i progetti presentati alla I Esposizione di architettura razionale nel 1928 a Roma, e con la villa-studio per un artista costruita alla V Triennale (1933), Figini e Pollini si rivelarono, insieme a Terragni, gli esponenti artisticamente più maturi della scuola lombarda. 
Nel 1934,realizzando le nuove Officine Olivetti a Ivrea, iniziarono con Adriano Olivetti una collaborazione che si protrasse fino al 1957 e che portò, sempre a Ivrea alla realizzazione di due quartieri residenziali (1936-37 e 1939-40), dell'asilo-nido (1939-41) e di un complesso di servizi sociali (1954-57).
Dalle limpide stereometrie di gusto purista del periodo anteguerra, Figini e Pollini sono giunti in opere successive a un'accentuazione espressiva (uso del cemento a vista) in parte consonante con le correnti formalistiche del dopoguerra. 

Opere più recenti sono: complesso industriale Ceramica Pozzi a Sparanise (1960-63); chiese
dei Santi Giovanni e Paolo a Milano (1964-68); concorso per il mercato dei fiori a Pescia (1972).


Principali opere e progetti

Abitazione “Casa del dopolavoro” (studio progettuale) - (1927)

Abitazione “Casa elettrica” alla IV Triennale di arti decorative dell'ISIA a Monza (in collaborazione con altri) - (1930)

Residenza “Villa-studio” per un artista alla V Triennale di Milano - (1933)

Fabbricato in via dell'Annunciata a Milano - (1933/34)


Abitazione detta palafitta al Villaggio dei giornalisti di Milano – (Luigi Figini 1933/35)
© AAF ARCHIVIO STORICO FIGINI


Sala dei Precursori all'Esposizione aeronautica italiana (1934)

Concorso per il Palazzo del Littorio (in collaborazione con altri; studio progettuale) – (1934)

Officine dell'industria Olivetti ad Ivrea – (1934/35)


Asilo nido (Part. interno) e abitazione popolare al Borgo Olivetti ad Ivrea – (1939/40)

Unità abitative per impiegati della Olivetti ad Ivrea – (1940/42)


Villa Manusardi a Cartabbia - (1942)

Fabbricato per unità abitative e direzionale uffici in via Broletto a Milano - (1947/48)

Edificio ad appartamenti di varia tipologia in via Dessiè a Milano - (1951)

Edificio religioso Chiesa della Madonna dei Poveri di Milano - (1952/54)

Struttura a Fascia di servizi sociali - (1954/57)

Fabbricato direzionale ad uffici in via Ulrico Hoepli a Milano – (1955)


Fabbricato industriale della Ico ad Ivrea (in collaborazione con altri) - (1955/57)



Residenza in via Circo a Milano – (1956)


Fabbricati industriali della Manifattura ceramica Pozzi a Sparanise – (1960/63)


Struttura alberghiera e residenze in largo Augusto a Milano (in collaborazione con altri) - (1961)


Chiesa dei SS. Giovanni Battista e Paolo a Milano (1964)



Unità abitativa in fabbricato residenziale ad appartamenti di via Morigi, Milano - (1967/69)

Villa Guida a Guanzate - (1971)

Facoltà di Matematica, Fisica, e Scienze Naturali dell'Università di Palermo al parco d'Orleans (in collaborazione con altri) – (1972/82)

Unità abitative Iacpm a San Giuliano Milanese, Milano (in collaborazione con altri) – (1975)


1 commento:

Olgica T ha detto...

Interessante adesso conosco 2 architetti,grazie e buon fine settimana Elio!