sabato 28 maggio 2016

L'ARRINGATORE ETRUSCO - The Orator Etruscan)



L'ARRINGATORE

Nel Cinquecento vengono alla luce due fra i più bei bronzi etruschi conosciuti: la Chimera di Arezzo, un grande ex voto dell'inizio del III secolo a.C. scoperto nel 1553, e la statua dell'Arringatore, ritrovata nel 1566 nei dintorni del Trasimeno e considerata spesso il prototipo dell'oratore antico.

L'Arringatore alza il braccio destro per invitare la folla a far silenzio (silentium manu facere, dicevano i romani) per ascoltare il suo discorso.
L'iscrizione in etrusco incisa sulla parte inferiore della toga ("auleśi meteliś ve vesial clenśi cen flereś tece sanśl terine tuθineś χisvlicś"), ci dice che la statua - destinata forse a un santuario - raffigura Aule Meteli, un notabile di Perugia o di Cortona. 

Questo bronzo, a grandezza naturale (è alto 1,79) fu scoperto nel 1556 a Pila, presso Perugia, e risale alla fine del II secolo a.C.; dopo la concessione all'Etruria della cittadinanza
romana le iscrizioni ufficiali saranno redatte in latino.


Nessun commento: